AVVISO


- AVVISO -

Si informano tutti i lettori e in particolare le case editrici e gli autori che il blog è attualmente "chiuso" per tutte le eventuali richieste di segnalazione e recensione.
Vi prego di rispettare tale decisione e quindi evitare mail con queste richieste.
La decisione è stata presa in modo da poter pubblicare tutte le segnalazioni/recensioni già in lista.
Grazie mille a tutti e buona permanenza nel blog. :)

29 ott 2017

Quattro blog per un autore: Natasha: il vaso dei ricordi - Savina Maria Contu e Valentina Puddu

Buonasera e buona domenica a tutti. Perdonate l'ora ma oggi non è stata proprio una giornatona..
Nonostante ciò non posso mancare ai miei appuntamenti e vi lascio subito con il libro della domenica e le rispettive occhiate alla vita delle due autrici in questione ^^


➳ Titolo: Natasha: il vaso dei ricordi
➳ Autrici: Savina Maria Contu - Valentina Puddu

➳ Editore: 
Les Flaneurs Edizioni
➳ Prezzo €0,99 ebook €10,05 cartaceo


➳ Trama
Natasha: il vaso dei ricordi è un romanzo sentimentale arricchito da sottili e divertenti passaggi comici, nonché da elementi tipici delle spy story. Un genere letterario ibrido, dunque, poco ordinario, come d’altronde il racconto stesso.
La protagonista, Edda, è una giovane ragazza sarda in cerca di lavoro a cui la vita riserva una serie di innumerevoli sorprese, tra un colpo di scena e l’altro. La sua storia sarà segnata dalla caduta di un vaso sulla sua testa che le costerà la perdita della memoria. Edda, in preda a una vera e propria crisi d’identità, cercherà di ricostruire i tasselli della sua esistenza, ed è qui che il racconto si tingerà di giallo. 
L’incontro con il commissario De Giorgi sarà la chiave di svolta che riserverà alla vita di Edda, o meglio di Natasha, come scoprirà poi di chiamarsi, le vicende più emozionanti e inaspettate. Lo stesso sentimento amoroso non potrà che nascere all’insegna dell’imprevisto e del misterioso».

“E ADESSO SCRITTORE… CONTINUA TU!”
Conosciamo l’autrice attraverso la sua scrittura.
L’autrice potrà scegliere tra:


A) DARE SFOGO ALLA SUA SCRITTURA CREATIVA SCEGLIENDO UNO DEI TRE QUESITI PROPOSTI 

B) DARE ORIGINE A UN RACCONTO BREVE SCEGLIENDO TRA TRE INCIPIT


A)




1) Facciamo un tuffo nel passato. Se potessi parlare con te stesso quando avevi dieci anni, cosa ti diresti? Cosa vorresti rivelare a quel bambino del suo futuro? Scrivi una lettera indirizzata a te quando frequentavi le elementari.

2) Avrai sicuramente delle caratteristiche particolari che fanno di te una persona diversa dalle altre. Dai vita a un personaggio di sesso opposto al tuo con queste tue peculiarità. Descrivilo sia fisicamente che caratterialmente e raccontaci in quale ambientazione lo inseriresti se dovessi creare una storia per lui/lei.

3) Apri il dizionario in una pagina a caso e punta il dito su una parola. Fai questa operazione per dieci volte e appunta le parole che ottieni. Scrivi una breve storia che contenga tutte queste parole (N.B. Non barare!).


RISPOSTA di Savina:

A) quesito 3

FORSENNATO - PESCECANE - DIETA - SUPERSTITE - TECNICO - LUMACA - BAMBINO - LONTANANZA - STADIO - ACCENNO.


“Bruno era in volo da due ore e non vedeva l’ora di atterrare. Pensò che fece bene a prenotare mesi  prima i biglietti, sia dell’aereo che dello stadio. Se la sua squadra del cuore avesse vinto quella partita si sarebbe aggiudicata la vittoria del campionato. Mentre guardava  il mare che stavano sorvolando improvvisamente sentì un boato. Tutti iniziarono ad urlare, indistintamente, bambini e adulti; il panico iniziò a regnare a bordo. Molti si alzarono dai loro posti nonostante le hostess continuassero a dire di mantenere la calma e che a breve avrebbero risolto un piccolo problema tecnico. Bruno si raggelò quando vide che uno dei due motori andava a fuoco, si girò verso l’hostess e la guardò dritta negli occhi, vide il terrore. Non ci volle molto per  capire che l’aereo stava precipitando. Un uomo iniziò ad urlare come un forsennato, non smetteva di dire che sarebbe stato mangiato da un pescecane. Il povero Bruno invece non riusciva neanche a respirare, sentiva lo stomaco chiudersi come quando si è a dieta e gli veniva da piangere sempre di più. In un attimo vide la sua vita passargli davanti, gli scappò un accenno di sorriso quando si  ricordò di quando era bambino e del suo amato peluche a forma di lumaca. Ormai non c’era più neanche il tempo di pensare o ricordare perché l’aereo iniziò la sua folle discesa verso il mare, si coprì il viso con le mani, poggiò la testa sulle ginocchia e iniziò a pregare. Era tutto buio, Bruno iniziò ad aprire gli occhi e vide un’immagine sfocata che pian piano diventava sempre più nitida. Davanti a lui alcuni uomini gli parlano ma sente le voci molto in lontananza, poi finalmente capisce che si è salvato, si ricorda del volo  e della disperazione. Bruno fu l’unico superstite anche se la sua vita cambiò per sempre.”


Risposta di Valentina

A) quesito 1



“Ciao Vale,
lo so che ti sembrerà tutto strano e surreale ma leggi attentamente ciò che ti sto per dire perchè è molto importante.
Ora hai solo 10 anni e la tua vita è perfetta così, siamo state fortunate ad avere un’ infanzia felice e spensierata ma non sarà sempre così…
Non lasciare mai nulla al caso, non dire più “lascio perdere non ne ho voglia, lo faccio domani”..no! Quello è l’errore più grande che tu possa fare e un giorno ti pentirai. Abbraccia mamma e papà sempre,anche quando tu pensi che non abbiano ragione o sei arrabbiata con loro, di loro che gli vuoi bene comunque, anche quando sbagliano. Non dimenticarti di dar loro il bacio della buona notte; Lo so che pensi di essere grande per queste cose ma non è così.
Vale, studia, perchè qui nel futuro non basta un diploma per trovare un lavoro che ti appaga.
Fai tutti i lavori che ti capitano a tiro perché quella sarà tutta esperienza che ti farà crescere.
Non avere fretta di crescere, hai tempo per andare a convivere, goditi i primi stipendi, viaggia e conosci il mondo.
Riceverai tante delusioni da quelli che crederai tuoi amici ma non importa, sei forte e ti rialzerai sempre...anzi questo ti servirà a diventare la donna che sei oggi!
Qui ti aspettano tante cose che non ti aspetti alcune belle altre fantastiche ma anche brutte...ma siamo forti Vale!
Ti devo chiedere solo una cosa, l’ultima giuro, ma la più importante: Abbraccia forte papà e digli che gli voglio bene…


                                               Valentina del futuro



Le altre giornate riguardanti questo libro:

1° giornata: In compagnia di una penna - La copertina del libro
2° giornata: Leggendo insieme - La vita divertente di un autore
3° giornata: Gli occhi del lupo - Autore vs PersonaggioQuattr

Nessun commento:

Posta un commento

Ditemi cosa ne pensate, i vostri commenti migliorano il blog. :)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...