AVVISO


- AVVISO -

Si informano tutti i lettori e in particolare le case editrici e gli autori che il blog è attualmente "chiuso" per tutte le eventuali richieste di segnalazione e recensione.
Vi prego di rispettare tale decisione e quindi evitare mail con queste richieste.
La decisione è stata presa in modo da poter pubblicare tutte le segnalazioni/recensioni già in lista.
Grazie mille a tutti e buona permanenza nel blog. :)

31 mar 2017

Cosa ci porta il vento #55 Segnalazione: Pieve Cipolla - Gianpiero Pisso



Buonasera a tutti ^^
Anche un'altra settimana sta volgendo a termine, grazie a Dio. Il sole rimane per più tempo con noi durante la sera e questo non può che migliorare il mio umore, a voi? Il cambiamento dell'orario ha portato qualche cambiamento nell'umore?


➳ Titolo: 
Pieve cipolla
➳ Autore:  
Gianpiero Pisso
➳ Editore: 
Le mezzelane
➳ Genere:
 romanzo rurale umoristico 
➳ Pagine:
381 ebook, 312 cartaceo
➳ Prezzo€5,99 ebook €15,90 cartaceo 
➳ Data di pubblicazione: Marzo 2017 
➳  ISBN:
9788899964351



➳ Trama

Pieve Cipolla, nelle Alpi bergamasche, uno dei tanti borghi delle nostre splendide vallate, è nato dalla fantasia dell’Autore. Non affannatevi a ricercarlo sulle cartine geografiche. Non lo troverete. In buona parte è però stato creato sulla base delle caratteristiche che accomunano i nostri paesini montani con economie basate sulla pastorizia, sull’agricoltura, sull’artigianato locale, dove gli anziani trascorrono il loro tempo giocando a carte, a bocce, bevendo qualche bicchiere di vino rosso in compagnia e raccontandosi le storie di tutti i giorni, perfino quelle che parlano di mostri orribili, creature terrificanti che giurano di aver visto tra i boschi e i pascoli della valle. I giovani attendono il momento propizio per lasciare il loro luogo natio, alla ricerca di fortuna altrove, dove le industrie, quelle vere, possono offrire opportunità concrete per le loro carriere e ambizioni, soddisfacendo parimenti il loro desiderio di evasione e di libertà. Questi paesini si depauperano ogni giorno, ma alcuni riescono fortunatamente a sopravvivere, conservando le loro economie ataviche, pur con enormi difficoltà e problemi. In questi borghi, tra le nostre montagne, tre sono le autorità riconosciute, quelle attorno alle quali ruotano il mondo rurale e gli interessi dei loro abitanti: l’autorità religiosa, rappresentata dal parroco del paese, sempre disponibile ad aiutare i suoi parrocchiani e impegnato nella cura delle anime; quella sociale e politica, impersonata dal primo cittadino eletto a tale carica e quella legale, che assicura la sicurezza e l’ordine del paese e che è garantita dal maresciallo dei Carabinieri. Esistenze, modi di intendere la vita, interessi e personalità talvolta diversi gli uni dagli altri, ma con il medesimo fine: cercare di donare benessere e prosperità alla comunità, costituita da paesani dalle mani callose e dalla cultura non sempre sviluppata, alla perenne ricerca di stratagemmi per raggranellare il necessario per sbarcare il lunario, talvolta utilizzando anche mezzi non propriamente leciti. In questi borghi, spesso difficilmente raggiungibili, dove talvolta il forestiero è guardato con ostilità, due qualità, mescolate tra loro, contribuiscono a forgiare il carattere degli abitanti: la generosità, estrinsecata nell’aiuto al prossimo e nel soccorso ai più deboli e l’orgoglio di avere in comune la nascita in quella valle, di sentirsi membri privilegiati di un’enclave che già era appartenuta ai loro padri, e ai nonni e ai nonni dei nonni. In genere questo porta gli abitanti della valle a diffidare degli stranieri, coloro che non abitano in valle, e a interessarsi, talvolta in modo eccessivo, dei fatti altrui, senza però che ciò venga visto come invasione della privacy o sconfinamento nella sfera privata. Questo comune provare un marcato senso di appartenenza dà agli abitanti di questi borghi il coraggio della critica e dello scambio di vedute, ma li rende anche proni a emettere giudizi affrettati e non sempre rispondenti a realtà, a una certa predisposizione al pettegolezzo e in alcuni casi anche a cavalcare la maldicenza e la ritorsione, portata a termine con piccoli dispetti.

Un romanzo alla Guareschi, l’ideatore di Peppone e don Camillo m                                                                                             
a senza politica e con molti personaggi maschili e femminili che ruotano attorno agli amici dello scopone scientifico che si incontrano tutti i pomeriggi al Circolo Bocciofila Ungaretti, davanti a un buon bicchiere di vino e che si raccontano e confidano le loro avventure, le loro aspirazioni, le loro vite e anche i loro amori.

➳ Angolo dell'autore

Nato in provincia di Varese, sul Lago Maggiore, dove attualmente risiede con la sua famiglia, l’autore è laureato in ingegneria aeronautica e ha, per molti anni, lavorato come dirigente industriale in grosse società italiane e multinazionali straniere.
Ama viaggiare e dedicarsi alle sue tre principali passioni: scrivere, leggere e dipingere ad acquarello.La sua narrativa, sempre attuale e talvolta ironica, rifugge dagli eccessi e vuole proporsi come una lettura spensierata, disinvolta e scacciapensieri.Vincitore del premio nazionale “Le Porte del Tempo” 2012, categoria Saggistica, con l’opera: La profezia del Cristo Pagano, edita da Eremon Edizioni. Ha pubblicato anche con Kindle l’e-book Rudiobus, il cavallo d’oro e con Eretica Edizioni, nel 2016, il suo romanzo mistery: La Tela del Maligno.

Con Pieve Cipolla l’Autore si è classificato al secondo posto al Premio Nazionale, editi e inediti, Parole di Terra 2016/17.

25 mar 2017

Dieci piccoli respiri - K.A. Tucker (Ten Tiny Breaths #1) » Recensione

Buongiorno e buon sabato a tutti ^^
Ultimamente mi faccio vedere sempre meno, lo so. Spero possiate perdonarmi senza ricorrere a forconi e torce infuocate.. okay, tutto regolare.

Oggi vi porto la recensione di un libro che ho letto in pochissimo tempo, questo già vi fa capire la sua scorrevolezza.
➳ Titolo: Dieci piccoli respiri
➳ Autrice:  
K.A.Tucker 
➳ Serie:
Ten Tiny Breaths #1
➳ Editore: 
Newton Compton Editori
➳ Genere:
 New adult
➳ Prezzo€5,90/9,90 cartaceo €4,99 ebook

 Amazon | Goodreads | Feltrinelli 
(c'è solo il libro con tutta la serie) | Newton Compton | Mondadori 

➳ Trama

L'amore è un biglietto di sola andata
E se fuggire via per sempre significasse trovare un nuovo amore?
Kacey Clearly ha solo vent’anni quando la sua vita va in pezzi. Un terribile incidente automobilistico le porta via i genitori, il fidanzato e la sua migliore amica. Dopo quattro anni trascorsi a casa degli zii nel Michigan, Kacey decide di fuggire via per sempre. Una notte lei e sua sorella Livie prendono un autobus per Miami e lì, nonostante le difficoltà economiche, possono finalmente ricominciare a progettare una nuova vita. Kacey però non è ancora pronta a lasciarsi alle spalle il passato e stringere nuove amicizie, neppure se a chiederglielo è l’affascinante vicino, Trent Emerson, un enigmatico ragazzo dagli ipnotici occhi blu. Eppure Trent è deciso a far breccia nel suo cuore, e presto Kacey dovrà smettere di chiudersi a riccio e arrendersi al suo amore...
Il suo cuore è stato spezzato, ma è arrivato il momento di sentirlo battere ancora.
Solo perché stai respirando non vuol dire che tu sia vivo...

➳ Recensione
(ATTENZIONE: SPOILER)


16 mar 2017

Cosa ci porta il vento #54 Segnalazione: I giardini incantanti - Stefano labbia



Buonasera a tutti ^^
Come state?
Oggi una nuova segnalazione per tutti voi.. si parla di poesia!
➳ Titolo: I giardini incantati
➳ Autore:  
Stefano Labbia
➳ Editore: 
Talos Edizioni
➳ Genere:
 poesia
➳ Prezzo€2,99 ebook

➳ Trama

Seconda silloge poetica del giovane autore romano Stefano Labbia: i versi di questa nuova raccolta, più maturi ed importanti, rispetto ai precedenti, ci trascinano in un giardino incantato fatto di sfumature vivaci e tinte forti: l'autore ci mette di fronte ad un afflato piuttosto originale, tanto che sembra coraggiosamente poco curarsi della lezione ermetica e avanguardista del Novecento rifacendosi forse ai crepuscolari (Corazzini, Gozzano, Govoni, ecc.) e recuperando l’intimismo e la “semplicità” a fronte del modernismo a tutti i costi. Versi, quelli presenti ne “I Giardini Incantati”, che sono il frutto di varie esperienze di vita e di rapporti umani contrastanti, fra sentimenti e risentimenti, amarezze e dolcezze, comuni a tutti noi esseri umani, figli dei tempi antichi e moderni. Per cui la poesia del Labbia è, come ella stessa dice della vita, “severa e ilare al tempo stesso”.

➳ Riflessioni dell'autore

L'autore si confida con noi, aprendo le porte del suo mondo, del suo vissuto: all'interno de “I Giardini Incantati” troviamo poesie centrate su una cifra stilistica originale e su una dimensione espressiva che si confronta con temi esistenziali, mantenendo la forza simbolica e la carica emotiva del testo. Sono testi efficaci, quelli del poeta romano, classe 1984, che, oltre a possedere una certa originalità di impostazione, elaborano un linguaggio vivo, moderno e coinvolgente, valorizzando efficacemente l'itinerario espressivo e i contenuti in una chiave personale e significativa, di grande essenzialità. Il Labbia insomma riesce a coniugare l'aspetto lirico (proprio della poesia) con quello di canto attuale, moderno in un volume davvero significativo nel panorama poetico letterario italiano. I suoi versi sono sottolineati da belle immagini, sono incisivi e tutto l'impianto d'insieme è bene architettato, composto con avvedutezza e curato stilisticamente tanto da sembrare anche di poter cogliere un accoramento esistenziale che è sicura prova di genuinità espressiva dell'autore. 


10 mar 2017

Cosa ci porta il vento #53 Segnalazione: Un accordo maggiore in sottofondo - Ugo Cirilli




Buongiorno a tutti e buon venerdì!
Spero sia un venerdì soleggiato, il sole mette allegria, non trovate?

Oggi vi porto un nuovo libro che forse può aiutarci a trovare un po' di calma in questi periodi frenetici..
➳ Titolo: Un accordo maggiore in sottofondo
➳ Autore:  Ugo Cirilli
➳ Editore: Selfpublished

➳ Pagine: 225
➳ Prezzo: €2,99 ebook

➳ Trama

Chi è Stefano B.?
L’io narrante del romanzo si presenta, inizialmente, in maniera piuttosto misteriosa.
Scopriremo presto che si tratta di un giovane musicista e quello che stiamo leggendo è una sorta diario in cui, partendo dai ricordi dell’infanzia, arriverà a rievocare la sua breve e rocambolesca carriera.
Cos’è successo a quel ragazzo che si è fatto notare grazie a un video su YouTube?
Seguiremo l’ascesa di Stefano tra mondanità ridicole, singolari apparizioni televisive e interrogativi che lo accompagnano sempre: cos’è la felicità?
Cosa significa, in fin dei conti, realizzarsi davvero nella vita?
Non è facile classificare “Un accordo maggiore in sottofondo”, un romanzo di formazione degli anni duemila che, in due punti, si trasforma in un curioso esperimento tra parole e note.
Stefano inviterà infatti il lettore a scoprire due sue tracce di musica elettronica, nascoste nei meandri del web.

➳ Piccoli approfondimenti

Oltre al tema centrale della ricerca di se stessi, non mancano riferimenti ad argomenti attuali come il mito del successo, l'utilizzo smodato dei social network e i meccanismi dello show business.
Il romanzo è inoltre caratterizzato da una sperimentazione tra narrativa e note: il protagonista inviterà in due punti il lettore ad ascoltare la sua musica più autentica, nascosta nel web. Si tratta in realtà di due brani elettronici composti appositamente dall'autore, ai quali si accede attraverso i link presenti nell'ebook. Ascoltarli non è comunque necessario per seguire la trama, il cui centro rimane il percorso umano e artistico di Stefano.



6 mar 2017

I dodici occhi - Osvaldo Di Domenico » Recensione

Buonasera a tutti e buon lunedì :)
Qui tira vento di sonno.. molto sonno.
Però dai, oggi tira anche vento di recensione.. guardate un po' qui!

➳ Titolo: I dodici occhi
➳ Autore:  Osvaldo Di Domenico
➳ Editore: Lisciani
➳ Genere: Young adult fiction
➳ Pagine: 342 
➳ Prezzo
14,90 cartaceo 

Amazon | Mondadori | Feltrinelli | Lisciani | Goodreads

➳ Trama: Cinque super istituti di alta formazione, dislocati fra Acapulco, Fukuoka, Città del Capo, Perth e Londra, ospitano mille giovani accuratamente selezionati allo scopo di formare una nuova classe dirigente mondiale. Sette di loro, dopo aver rinunciato alle comodità delle loro vite famigliari, si trovano a dover affrontare un oscuro intrigo internazionale in un crescendo di ricordi, dubbi, passioni, tradimenti e inganni. Una spy story, che vede coinvolti, tra gli altri, un enigmatico antropologo americano al servizio delle Nazioni Unite, una blogger russa esperta di marketing e social web, un eclettico ingegnere gestionale napoletano e due anonimi agenti di polizia di Madrid. Un inaspettato romanzo perfettamente in bilico tra avventura, suspense e utopia, in cui Kate, Larissa, Charlie e i loro amici scopriranno il prezzo da pagare per fermare il declino della nostra società. Perché nulla è come appare...


➳ Recensione 

Ed eccoci qui con una nuova recensione. E' da un po' che non me ne capitava una ma ultimamente ho parecchi impegni che mi impediscono di leggere tanto quanto vorrei.
Nonostante ciò la settimana scorsa son riuscita a finire questo young adult fiction che oscilla un po' tra utopico e distopico (in un certo senso alla fine questo si nota).

Onestamente, appena iniziate le prime pagine, avevo grandi aspettative che sono state "accontentate" solo in parte.
Per prima cosa devo ammettere che non ho capito bene il titolo.. anche alla fine della lettura mi son chiesta quali fossero i dodici occhi. E' possibile si parli di tutti i personaggi principali meno qualcuno.. ma non mi torna molto la faccenda, in fondo non tutti i personaggi erano dalla stessa parte.
Ma va bene.. su questo si sorvola.
Un'altra piccola incongruenza che ho trovato è il fatto che i ragazzi sarebbero dovuti essere i protagonisti quando a me è rimasta la sensazione che l'unico protagonista fosse Carpaci in quanto presente e importante per lo svolgimento dei fatti.

"Già, tutto cambia ma nulla in sostanza cambierà mai, il mondo non cambierà mai, non certo così"

Nonostante ciò ho apprezzato il modo di scrivere, molto semplice e scorrevole senza troppi giri di parole in quanto il libro e le vicende lì narrate non sono molto pesanti.
A proposito di vicende è doveroso fare un piccolo collegamento con qualche significato profondo che ho preso la libertà di dare. Le vicende narrate nel libro possono anche sembrarci esagerate per il nostro mondo contemporaneo ma non credo siano tanto lontane. Sì, okay, nessuno ha mai creato certi istituti però non possiamo negare quanto molte persone, molte potenze, molti mass media, tentino di condizionarci e di indottrinarci verso un certo modo di pensare.

Avrei apprezzato un po' più di spazio da dedicare alla fine e alla risoluzione del tutto anzichè dedicarne troppo ai dubbi di Carpaci che poi, alla fine, non chiarisce lui bensì lo farà qualcun altro.
Sarebbe stato meglio scoprire qualcosa di più sul primo e sul 'secondo' John Fredrick, avrebbe dato diverse sensazioni e chiarimenti ai lettori.
La fine, onestamente, è tutta scritta in pochissime pagine mentre lo svolgimento è di gran lunga molto più descritto.
Ecco, io avrei apprezzato una migliore distribuzione dei fatti.
Nonostante ciò la storia è stata molto interessante e originale, in quanto fatti del genere non ne avevo letto, di sicuro questo è un punto a favore.


Voto: 3 su 5










4 mar 2017

RELEASE BLITZ: Per Addestrarti - Chiara Cilli (Blood bonds #4) + Giveaway

Buongiorno a tutti e soprattutto buon fine settimana. :)
Non so voi ma la mia settimana è passata stranamente in fretta.. grazie a Dio.
Ma.. eccoci in mezzo ad un release day blitz è infatti uscito il quarto libro della serie 'Blood Bonds' di Chiara Cilli di cui avete già letto qualcosa nel blog.




➳ Titolo: Per addestrarti 
➳ Serie:
Blood bonds #4
➳ Autrice:  Chiara Cilli
➳ Editore: Selfpublished
➳ Genere: Dark contemporary romance

➳ Pagine: 312
➳ Prezzo: 11,98 cartaceo - €2,99 ebook



➳ Trama

Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine. 

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei. 

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi. 

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.




➳ Estratto


Pianissimo, mi approssimai alla soglia e feci capolino con la testa. André mi aspettava all’inizio della stretta scalinata che portava al pianoterra, un lato del corpo accasciato contro il muro in una posa indolente.
Voleva che lo raggiungessi?
Il suo sopracciglio si inarcò, come a dire Ti muovi o no?
Dunque mi avviai verso di lui con cautela, lanciando occhiate oblique alle porte su ambo i lati del corridoio mentre procedevo attraverso le zone d’ombra e di luce generate dalla scarsa illuminazione. Quando gli fui dinanzi, André piegò il capo per indicarmi le scale. Le guardai in tralice, quindi incominciai a salire gli alti gradini.
Lui era proprio dietro di me, così vicino che potevo sentire il suo respiro nell’orecchio. Avevo la sensazione che l’aura di ghiaccio che lo circondava si stesse espandendo per ammantare anche me e strangolarmi. La avvertivo intorno al collo, come delle dita in procinto di serrarsi.
Mi portai istintivamente una mano alla gola, mi volsi appena per controllare André…
… e misi un piede in fallo.
Protesi le mani per non spaccarmi i denti sullo scalino che mi stava venendo rapidamente incontro, ma d’improvviso mi ritrovai di nuovo dritta. Il braccio di André mi cingeva come un boa, al punto che faticavo a respirare, tanto mi comprimeva sotto i seni. Il suo petto era come acciaio contro la mia schiena.
Rimanemmo così per alcuni istanti – io aggrappata al suo avambraccio, la sua guancia che premeva forte sui miei capelli, i nostri respiri che divenivano sempre più rumorosi.
Il suo cuore era come un tamburo impazzito contro le mie scapole, un battito così veemente da appropriarsi del mio e costringerlo a seguire il suo stesso ritmo forsennato.
«Se volessi ucciderti,» mi sussurrò all’orecchio, sfiorandolo con le labbra, «non avrei bisogno di portarti da qualche altra parte.» Mi strinse a sé ancora di più, facendomi ansimare per la repentina fitta di dolore al costato e l’inaspettata contrazione nel basso ventre. «Lo avrei fatto lì dentro.»
Una scarica di terrore mi fece sbarrare gli occhi. Non ero nient’altro che un topo messo all’angolo, e lui il gatto che provava un piacere sadico nel vedermi tremare, consapevole che la zampata che mi avrebbe tolto la vita sarebbe giunta presto.
Ma non adesso.
Al rallentatore, staccai le mani dal suo braccio e le alzai in segno di resa. Ruotai lievemente il viso verso il suo e annuii piano, fremendo nel sentire la sua bocca sfregare sulla mia guancia.

«Non cadere», disse, l’alito che mi solleticava l’angolo delle labbra. «Non ti prenderò una seconda volta.»



➳ Booktrailer



➳ Partecipa al Giveaway

https://www.rafflecopter.com/rafl/display/64709d3815/?

Potrete vincere una copia autografata del libro


➳ Gli altri libri della serie
(Cliccando sulle foto verrete riportati al post del relativo release blitz)




➳ Angolo dell'autrice

Nata il 24 Gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dall'adult fantasy all'urban fantasy, dall'erotic suspense al dark contemporary. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.



2 mar 2017

BLOGTOUR: Jukebox. Racconti a tempo di musica - Autori vari


Buonasera/buongiorno a tutti coloro che stanno qui a leggere questo post ^^
E anche Marzo è iniziato e con lui arriveranno anche delle giornate un po più miti e soprattutto più lunghe.
Questo mi fa ben sperare per la mia produttività che ormai si abbassa sempre più.. vi capita?

Comuuuuunque.
Parliamo di cose allegre che possono interessare tanti. Connubio tra scrittura e musica? Che ne dite?
Oggi vi presento un'antologia di racconti scritta da vari autori facenti parte dell'associazione culturale: "Nati per scrivere".
Quest'antologia uscirà il 10 febbraio.




➳ Titolo: Jukebox - racconti a tempo di musica
➳ Autori:  Vari
➳ Pagine: 120
➳ Genere: antologia di racconti

➳ Prezzo: €10,00 cartaceo - €0,99 ebook
➳ ISBN Cartaceo: 9788894210224


Amazon | Disponibile in tutti gli store online di ebooks
(Per ciò che riguarda la versione cartacea: 
contattando l’associazione via email, telefono o facebook;   
in alcune librerie locali, come il caffè Lettera 22, Via Mazzini 84, Viareggio (LU). Lista in aggiornamento continuo.)

➳ Trama

Jukebox” è una raccolta di racconti, diversi per generi e ambientazioni, accomunati dall’essere legati alla musica, tanti piccoli mondi che ogni autore ha creato con il tocco che gli è proprio. In queste pagine, i protagonisti dei racconti mettono a nudo le loro emozioni, travolti dal potere di melodie pacificatrici, suoni diabolici e rapsodie incantate, perché le parole sono potere, scritte o cantate che siano. Possono portarci indietro, ai tempi delle ballate dei cavalieri, ai giorni spensierati dell’adolescenza, al momento della nostra nascita. Possono viaggiare tra i mondi e evocare spiriti inquieti, corrompere la nostra anima, rinfrancarci dalle fatiche quotidiane. Possono dare un senso all’esistenza, completandoci come uomini e ricordarci di non essere soli. Mai.

➳ L'antologia comprende..


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...